concreto . mirror

FURNITURE, PRODUCTS

CONCRETO MIRROR . CM 35X31X180H
FIBER-REINFORCED CONCRETE, GLASS
LIMITED EDITION OF 9 EXAMPLES + 2 ARTIST’S PROOF
PRICE ON REQUEST

SHOWROOM . SPAZIO ROSSANA ORLANDI . VIA MATTEO BANDELLO 14-16 MILANO

The idea came from looking at the dividing walls that are frequently found in the hinterland of Liguria, which are finished off with fragments of glass in cement. Looking at them I remembered the poem by Montale “Meriggiare pallido e assorto”, in which these become the metaphor of life, by him defined as “a wall topped with sharp bits of glass from broken bottles”, because beyond marking a precise limit, they recall all the difficulties and asperity of existence.
The research of particular coloured glass that is out of production and which creates a delicate chromatic play, apart from rediscovering materials that are disappearing, highlights an intentional choice – the choice of creating an object that is not easy to reproduce, granting it with a value of uniqueness.

L’idea nasce dall’osservazione dei muretti di recinzione, frequenti nell’entroterra ligure, che in alto hanno dei frammenti di vetro inseriti nel cemento. Guardandoli ho ricordato la poesia di Montale “Meriggiare pallido e assorto”, in cui questi diventano la metafora della vita, da lui definita “una muraglia che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia”, perché oltre a segnare un preciso limite, rimandano a tutte le asperità e difficoltà dell’esistenza.
La ricerca di particolari vetri colorati che non sono più in produzione e che creano delicati giochi cromatici, oltre al piacere della riscoperta di materiali che stanno scomparendo, evidenzia una scelta intenzionale, quella di creare un oggetto non facilmente riproducibile, conferendogli un valore di unicità


Tags: , , , , , , , ,